Manuscript

9 recto

View side-by-side
Folio 9 recto

Transcriptions

Facsimile
Transcription

n.o 10
Fig.a al par del vivo, in tela di p.i 11. al. 6. lar.

Coperto il sen di militare arnese
Caduto col destrier mirasi a terra
Saol ch’il Rè del Ciel cotanto offese,

A cui l’eterno figlio apre e disserra
Cinto d’Angeli intorno il suo gran lume,
Mentre gli dice, e perche a me fai guerra?

E di si gran maniera al suo costume
Il Zucchero effigiò l’alto successo,
Che di far meglio in van l’arte presume.

Del giovane Bassan, che valse anch’esso
Quasi del vechio al par, onde sovente
Di qual di lor sian l’opre in dubbio è messo

n.o 11
Fig.e piccole in tela di p.i 5. al. 4. lar.

Armenti, e donne a vili ufficij intente
Mostra una tela, dove il bifolco ancora
Preme col pie del duro aratro il dente.

n.o 12∙ 13∙ 14∙ 15∙
Dui in tavola fig.e picc.e il p.o p.i 6 lar., e 2 al. il 2.o p. 2⅔ lar. e ¾ al. E dui in tela fig.e picc.e il p.o p.i 2½ al. 2.lar., il 2.o p.o 2½ lar. 2.al.

Verdi, e freschi non men che se l’Aurora
Di rugiade imperlasse, all’hor che i prati
D’odorosi tesori Aprile infiora

Fur da Pavolo Brilli effigiati
Quattro Paesi in disugual misura
Con si bel stil, che paion veri, e nati

Miransi case in lor, limpida e pura
Bagnar l’acqua il terren d’herbe consparso,
Alberi, piante, e fior, colli e’ pianura

Transcriptions

Facsimile
Transcription

n.o 10
Fig.a al par del vivo, in tela di p.i 11. al. 6. lar.

Coperto il sen di militare arnese
Caduto col destrier mirasi a terra
Saol ch’il Rè del Ciel cotanto offese,

A cui l’eterno figlio apre e disserra
Cinto d’Angeli intorno il suo gran lume,
Mentre gli dice, e perche a me fai guerra?

E di si gran maniera al suo costume
Il Zucchero effigiò l’alto successo,
Che di far meglio in van l’arte presume.

Del giovane Bassan, che valse anch’esso
Quasi del vechio al par, onde sovente
Di qual di lor sian l’opre in dubbio è messo

n.o 11
Fig.e piccole in tela di p.i 5. al. 4. lar.

Armenti, e donne a vili ufficij intente
Mostra una tela, dove il bifolco ancora
Preme col pie del duro aratro il dente.

n.o 12∙ 13∙ 14∙ 15∙
Dui in tavola fig.e picc.e il p.o p.i 6 lar., e 2 al. il 2.o p. 2⅔ lar. e ¾ al. E dui in tela fig.e picc.e il p.o p.i 2½ al. 2.lar., il 2.o p.o 2½ lar. 2.al.

Verdi, e freschi non men che se l’Aurora
Di rugiade imperlasse, all’hor che i prati
D’odorosi tesori Aprile infiora

Fur da Pavolo Brilli effigiati
Quattro Paesi in disugual misura
Con si bel stil, che paion veri, e nati

Miransi case in lor, limpida e pura
Bagnar l’acqua il terren d’herbe consparso,
Alberi, piante, e fior, colli e’ pianura