Manuscript

7 recto

View side-by-side
Folio 7 recto

Transcriptions

Facsimile
Transcription

Seguita la
Relatione
d’altri quadri riconosciuti di mano di Pittori
eccellenti, e rari, che sono nella Casa
di Roma

Scritta da Pietro Millini
A Mons. Nuntio di Spagna suo fratello
il di 26 Aprile 1681
Capitolo Secondo

Perch’io possa calcar non vil sentiero
Su’ l’erto Pindo, ove la mente estollo
De vostri cenni al riverito impero

Plettro conceda alla mia mano Apollo,
Che chiaro ésciti il suono, e renda homai
dell’acque d’Aganippe il cor satollo;

Poiche s’ergere il canto in van sperai,
Anzi a pena potei segno sublime
Scorger da lunge, et adeguar co rai

Men rauche almen risuoneran mie rime
Se mi sarà del suo favor cortese
Chi regna di Parnasso in su le cime.

Transcriptions

Facsimile
Transcription

Seguita la
Relatione
d’altri quadri riconosciuti di mano di Pittori
eccellenti, e rari, che sono nella Casa
di Roma

Scritta da Pietro Millini
A Mons. Nuntio di Spagna suo fratello
il di 26 Aprile 1681
Capitolo Secondo

Perch’io possa calcar non vil sentiero
Su’ l’erto Pindo, ove la mente estollo
De vostri cenni al riverito impero

Plettro conceda alla mia mano Apollo,
Che chiaro ésciti il suono, e renda homai
dell’acque d’Aganippe il cor satollo;

Poiche s’ergere il canto in van sperai,
Anzi a pena potei segno sublime
Scorger da lunge, et adeguar co rai

Men rauche almen risuoneran mie rime
Se mi sarà del suo favor cortese
Chi regna di Parnasso in su le cime.