Manuscript

11 verso

View side-by-side
Folio 11 verso

Transcriptions

Facsimile
Transcription

E all’aere assisa la caterva tutta
Degl’animal, che già rinchiusi in quella
Dall’onda universal non fù distrutta

n.o 33
Fig.a al natle in tela di p. 4½ al. 3½ lar.

Di quel Domenichin di cui favella
In ogni parte il grido anche rimota
Che lume, ed arte si perfetta, e bella

A piedi d’un fanciul di stirpe ignota,
che tien vezzoso in man frutto maturo
E bianco, e nero un Cagnolin si nota.

n.o 34∙35
Fig.e picc.e in tela di p. 4 al. 3 lar.

È lavoro del Tassi un Cielo oscuro
La di cui pioggia amplio vascello inonda,
Mentre agl’urti del mar poco è sicuro,

E starsi in calma placida, e gioconda
Dell’istesso alta nave anco si vede
Con la poppa real, che d’oro abonda

n.o 36∙37∙
Fig.e al natle in tela p. 4½ al. 3 lar.

Esser opre di man che stil possiede
Ai rari egual due nobili ritratti
Di buon gusto condotti altrui fan fede

Et apparisce in lor a colpi, e tratti
Di spedito pennel che gl’habbia al certo
Giovan de Vechi effigiati, e fatti.

n.o 38∙39∙40∙41
Disegni in carta di misure diverse

Di novo rammentare i pregi, e l’ merto
Del Cav. Gioseppe a me conviene
Se in quattro suoi carton si mostra aperto

Transcriptions

Facsimile
Transcription

E all’aere assisa la caterva tutta
Degl’animal, che già rinchiusi in quella
Dall’onda universal non fù distrutta

n.o 33
Fig.a al natle in tela di p. 4½ al. 3½ lar.

Di quel Domenichin di cui favella
In ogni parte il grido anche rimota
Che lume, ed arte si perfetta, e bella

A piedi d’un fanciul di stirpe ignota,
che tien vezzoso in man frutto maturo
E bianco, e nero un Cagnolin si nota.

n.o 34∙35
Fig.e picc.e in tela di p. 4 al. 3 lar.

È lavoro del Tassi un Cielo oscuro
La di cui pioggia amplio vascello inonda,
Mentre agl’urti del mar poco è sicuro,

E starsi in calma placida, e gioconda
Dell’istesso alta nave anco si vede
Con la poppa real, che d’oro abonda

n.o 36∙37∙
Fig.e al natle in tela p. 4½ al. 3 lar.

Esser opre di man che stil possiede
Ai rari egual due nobili ritratti
Di buon gusto condotti altrui fan fede

Et apparisce in lor a colpi, e tratti
Di spedito pennel che gl’habbia al certo
Giovan de Vechi effigiati, e fatti.

n.o 38∙39∙40∙41
Disegni in carta di misure diverse

Di novo rammentare i pregi, e l’ merto
Del Cav. Gioseppe a me conviene
Se in quattro suoi carton si mostra aperto