Manuscript

1 verso

View side-by-side
Folio 1 verso

Transcriptions

Facsimile
Transcription

Con numeri, e’ caratteri notato
Dietro a ciascuna appar l’Autor famoso,
Ch’a quei muti color diè spirto e fiato.

D’unir le più perfette anco bramoso
In ampia stanza appese
, in lor si mira
Ciò che puol far pennel’ maraviglioso.

Di queste Apollo a ragionar m’inspira,
Onde ne porto a Voi notitia intera
Svegliando homai l’addormentata lira.

Di Pavol Veronese opera altera
V’è una Venere ignuda al par del vivo
Di tal beltà, che par spirante, e vera.

Tien’ nella mano un stral del quale hà privo
Amore, onde a ritorlo il braccio ei stende,
Ch’ella ripiega a ciò ritroso, e schivo.

Del Prodigo Figliol l’aspre vicende
Di Giacomo Bassan scorgonsi, all’hora
Che scalzo, e humile al genitor si rende

Son piccole figure, e in esse ancora
Mostra che l’arte sua vince Natura
Perchè questa in lei trionfi in quella L

Pur di sua man nella capanna oscura
Il celeste bambin nato si vede
Frà i due animal che riscaldarlo han cura

Transcriptions

Facsimile
Transcription

Con numeri, e’ caratteri notato
Dietro a ciascuna appar l’Autor famoso,
Ch’a quei muti color diè spirto e fiato.

D’unir le più perfette anco bramoso
In ampia stanza appese
, in lor si mira
Ciò che puol far pennel’ maraviglioso.

Di queste Apollo a ragionar m’inspira,
Onde ne porto a Voi notitia intera
Svegliando homai l’addormentata lira.

Di Pavol Veronese opera altera
V’è una Venere ignuda al par del vivo
Di tal beltà, che par spirante, e vera.

Tien’ nella mano un stral del quale hà privo
Amore, onde a ritorlo il braccio ei stende,
Ch’ella ripiega a ciò ritroso, e schivo.

Del Prodigo Figliol l’aspre vicende
Di Giacomo Bassan scorgonsi, all’hora
Che scalzo, e humile al genitor si rende

Son piccole figure, e in esse ancora
Mostra che l’arte sua vince Natura
Perchè questa in lei trionfi in quella L

Pur di sua man nella capanna oscura
Il celeste bambin nato si vede
Frà i due animal che riscaldarlo han cura